“Donbass”. Un libro che racconta i fatti di un conflitto dimenticato

Uno spunto di riflessione fuori dagli schemi del “politicamente corretto”, dove il dramma della guerra non cancella la fierezza di un popolo che ha preferito il rumore metallico di un Kalashnikov al silenzio assordante della rassegnazione.

Una guerra dimenticata nel cuore dell’Europa, una battaglia ignorata e strumentalizzata dai media occidentali: questo rappresenta il duro conflitto che si sta consumando nel Donbass.

In Italia conosciamo molto poco di ciò che è accaduto in questa regione ucraina al confine con la Russia. Quasi nulla sappiamo di come si siano evoluti i fatti in seguito alla ” rivolta di Maidan” a Kiev e alla proclamazione delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk. Inoltre, quelle poche informazioni che trapelano, filtrate dai canali d’informazione istituzionali, si dimostrano esclusivamente strumentali alla propaganda anti-russa. Ma cosa é successo e cosa sta succedendo davvero nel Donbass? Che ruolo hanno avuto e hanno oggi l’Occidente da una parte e la Russia dall’altra? Come vive ora il popolo di quelle terre?

Il libro cercherà di dare risposta a queste domande per mezzo di scritti, testimonianze e ampie documentazioni fotografiche. Verranno analizzate le cause scatenanti della crisi ucraina, l’evoluzione del conflitto e gli importanti risvolti geopolitici. Il testo racconta la vita della gente comune, i canali economici e commerciali che resistono nonostante tutto, le vite spezzate e quelle donate dai volontari che combattono al fronte per la propria terra.

Senza filtri e censure cercheremo di raccontare, riguardo la delicata guerra del Donbass, la verità, ossia ciò che troppo spesso ci viene nascosto dai venditori di fumo che vogliono l’Europa ed il suo popolo in catene.

Per ulteriori informazioni o per ordinare il libro, invitiamo a consultare il sito dell’editore “Passaggio al Bosco

(di Paolo Inselvini)