Esclusiva, il memorandum siglato tra i giovani della Lega e Russia Unita

Pubblichiamo in esclusiva sulla nostra testata il memorandum siglato poche ore fa tra l’Organizzazione sociale di tutta la Russia “Giovane Guardia di Russia Unita” e il Movimento giovanile del partito politico “Lega” – “Lega Giovani”. 

MEMORANDUM

L’Organizzazione sociale di tutta la Russia “Giovane Guardia di Russia Unita” e il Movimento Giovanile del partito politico “Lega” – “Lega Giovani”, di seguito denominate “Parti”:
– sulla base sull’accordo del 2017 tra il partito politico ti tutta la Russia “Russia Unita” e il partito italiano “Lega Nord” (ora – “Lega”) sulla cooperazione e lo sviluppo delle relazioni a tutti i livelli, compresi i giovani;
– sottolineando la necessità di escludere la guerra e la violenza dall’arsenale della comunità internazionale e intensificare gli sforzi per rafforzare la pace e la sicurezza in Europa e nel mondo;
– seguendo le tradizioni di partenariato e cooperazione tra la Federazione Russa e la Repubblica Italiana, guidati dal desiderio di rafforzare le relazioni di buon vicinato e d’amicizia, per espandere e approfondire la cooperazione multilaterale tra la Federazione Russa e la Repubblica Italiana;
– rispettando gli interessi nazionali dell’altra parte;
– puntando alla creazione di un favorevole ambiente politico e pubblico per la realizzazione dei sopraindicati obiettivi e prevenire la divisione tra i popoli, la propaganda e stati d’animo ostili contro qualsiasi stato o organizzazione internazionale;
– tenendo conto dell’importanza dell’aspetto umano nelle relazioni internazionali, come pure degli stretti legami della società civile russa e italiana, che costituiscono una base affidabile per rafforzare le relazioni bilaterali russo-italiane;
– guidati da comuni valori spirituali, storici e culturali, nonché dalla tradizione di amicizia tra i popoli della Federazione Russa e della Repubblica Italiana;
– aderendo a un corso politico finalizzato all’ulteriore sviluppo multilaterale di un partenariato paritario tra la Federazione Russa e la Repubblica Italiana;
– partendo dalla comprensione che la cooperazione giovanile interpartitica è una componente importante del complesso generale di relazioni tra i nostri due Stati;

Memorandum congiunto firmato:

1. Le parti sostengono tutti gli sforzi orientati a tranquillizzare l’atmosfera internazionale, ristabilire il dialogo e la fiducia e rafforzare la sicurezza su scala regionale ed europea.
2. La parte italiana percepisce la Russia come parte fondamentale del sistema di sicurezza internazionale e leader naturale per la gestione delle crisi e dei conflitti nel mondo.
3. Le parti ritengono che i giovani non rappresentino solo il futuro, ma anche componenti attivi dell’attuale vita pubblica e politica; inoltre che dalle iniziative congiunte tra le parti dipenda la formazione della cultura del diritto, il rafforzamento dell’amicizia e la comprensione reciproca tra i popoli, il mantenimento dei processi d’integrazione in corso nei nostri paesi.
4. Le parti chiedono il ripristino del dialogo politico e dei partenariati, una cooperazione paritaria tra l’Italia e la Russia in tutti i settori d’interesse comune per portarli ad un livello qualitativamente nuovo, anche a livello di giovani.
5. Le parti sostengono e sono pronte a fornire assistenza all’ulteriore sviluppo della cooperazione tra la Federazione Russa e la Repubblica Italiana nella sfera culturale, storica e della gioventù.
6. Le parti intendono favorire il mantenimento e lo sviluppo dei valori spirituali, umani e familiari, la protezione dei luoghi sacri – monumenti del patrimonio spirituale, culturale e storico della civiltà mondiale.
7. Le parti svilupperanno relazioni interpartitiche a tutti i livelli, attraverso regolari consultazioni, scambi di delegazioni, eventi congiunti e corsi di formazione.

Il Memorandum è compilato in 2 (due) copie.

Dall’Organizzazione sociale di tutta la Russia
Presidente del Quartier Generale
S. Perepelov

Dal Movimento giovanile “Lega Giovani”
il Coordinatore federale
Crippa

Mosca, 17 novembre 2018