Blitz nel campo ROM: in manette padre e nonno del baby-rapper 500Tony

Blitz al campo Rom di via Bonfardini, a Milano. 21 le persone finite in manette. L’accusa è associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione, al traffico di cocaina e alle razzie di automobili.

Degli arrestati, a saltare all’occhio immediatamente sono il padre e il nonno di 500Tony. 9 anni, costui è un rapper balzato agli onori delle cronache. Nei suoi brani – vanta già collaborazioni con Vacca e Jamil -, infatti, non manca occasione di ribadire la sua riluttanza allo studio e alla scuola in favore di una vita incentrata sulla delinquenza e il malaffare.

Un “sogno”, fortunatamente, infranto stamattina dalla straordinaria operazione delle Forze dell’Ordine. Per il suo futuro si è già mossa la politica. Alessandro De Chirico – vice capogruppo di Forza Italia alla Camera – ha auspicato ad un intervento dei servizi sociali al fine di garantirgli un’infanzia all’insegna dei valori, lontana dalle tentazioni della criminalità organizzata.