Netanyahu accusa l’Iran ma le prove presentate sono vecchie e deboli

Il presidente degli Stati Uniti Trump vuole porre fine all’accordo nucleare (pdf) con l’Iran e vuole eliminare le forze iraniane in Siria che sostengono il governo siriano. Si stanno preparando perché ciò avvenga.

La scorsa settimana il generale Joseph Votel, comandante del CENTCOM – il comando militare statunitense per il Medio Oriente – era in Israele. È stata la prima visita in assoluto di un comandante del CENTCOM in Israele, che di solito lavora con il comando europeo EUCOM.

Ieri l’ex direttore della CIA e ora Segretario di Stato Pompeo ha visitato Israele. Poche ore dopo Israele ha bombardato due depositi di munizioni in Siria che sono apparentemente collegati all’Iran. Questo fu un chiaro tentativo di provocare l’Iran in qualche reazione.

Il ministro della difesa israeliano Lieberman ha appena visitato Washington DC e solo oggi è tornato in Israele.

Ora il primo ministro israeliano Netanyahu ha annunciato che terrà una conferenza stampa per presentare “una quantità enorme di informazioni nuove e drammatiche sul programma nucleare iraniano”. Affermerà che l’Iran tradisce l’accordo nucleare (JCPOA).

Netanyahu è un noto bugiardo e guerrafondaio. Nel settembre 2002 ha mentito (video) al congresso degli Stati Uniti:

Non c’è assolutamente alcun dubbio sul fatto che Saddam stia lavorando verso lo sviluppo di armi nucleari – nessuna questione di sorta”. 

Netanyahu ha appena finito il suo show (vid). Ha dichiarato che Israele aveva avuto accesso a un archivio iraniano del suo precedente programma nucleare dal 1999 al 2003. Nel 2007 un rapporto dell’Intelligence Nazionale degli Stati Uniti ha scoperto che l’Iran ha fermato tutte le ricerche sulle armi nucleari nel 2003 dopo che gli Stati Uniti avevano distrutto l’Iraq. Nel 2011 l’AIEA ha riportato in dettaglio l’ex “programma strutturato” dell’Iran. Ha convenuto che si era fermato nel 2003.

Tutto ciò che Netanyahu ora afferma di aver acquisito è roba vecchia e conosciuta. Si riferisce a un piano AMAD che l’Iran ha avuto. Ma l’AIEA ha documentato l’AMAD e il suo sviluppo è del 2011 (PDF, allegato, pagina 5). Usa i documenti di archivio di noti programmi precedenti per dichiarare che l’Iran ha tradito e non è degno di fiducia. Dice che dà motivo a Trump di sconfessare l’accordo nucleare degli Stati Uniti e agli altri che hanno firmato con l’Iran.

Mi aspettavo di meglio da lui. Alcuni documenti ben falsificati o qualcosa di più drammatico. Ha raccontato solo un’assurdità.

(da Moon of Alabama – traduzione di Roberto Vivaldelli)