Macron insulta, Conte annulla incontro con la Francia

C’era una volta Paolo Gentiloni. Dopo che Emmanuel Macron ha violato la sovranità territoriale a Bardonecchia e distrutto l’influenza italiana in Libia con la nazionalizzazione dei cantieri navali a danno di Fincantieri ha continuato a definirlo “una speranza per l’Europa” e “il secondo partner commerciale.”

Poi c’è Giuseppe Conte. In seguito all’epiteto “vomitevole” affibbiato al popolo italiano dal personaggio di cui sopra per la vicenda dell’Aquarius ha deciso di dargli il benservito: vertice bilaterale a Parigi cancellato. Lo ha comunicato in una nota a Palazzo Chigi dove accusa l’Eliseo di “una grave mancanza di informazioni su ciò che sta realmente accadendo. Si legge inoltre che “dalla Francia, che anzi ha più volte adottato politiche ben più rigide e ciniche in materia di accoglienza, nessun gesto di solidarietà.”

(la Redazione)