L’Italia non accetta lezioni sui migranti: convocato l’ambasciatore francese

Finalmente. Dopo anni di timidezza e totale sudditanza verso l’establishment europeo, il governo italiano rialza la testa. Come riporta l’Agi, a seguito delle dichiarazioni rilasciate martedì a Parigi sulla vicenda della nave Aquarius, il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, ha convocato questa mattina alla Farnesina l’ambasciatore di Francia in Italia. Lo ha reso noto la Farnesina.

Nelle scorse ore, infatti, il portavoce di «En Marche», il movimento fondato dal presidente Emmanuel Macron, ha definito «vomitevole» la decisione del governo italiano di chiudere i porti. Lo stesso Macron ha bollato la decisione dell’Italia come «irresponsabile» e «cinica», attestando tutta l’ipocrisia di una Francia che ha sigillato porti e frontiere da tempo.

Come riporta La Stampa, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha deciso di annullare il viaggio per Parigi. Le accuse del governo francese all’Italia sulla gestione dell’imbarcazione Aquarius, che trasporta 629 migranti, hanno convinto il premier, d’accordo con i ministro Matteo Salvini, a cancellare l’appuntamento a Parigi.

(di Roberto Vivaldelli)