L’ex agente della CIA: “Grave violazione degli USA in Siria”

“Gli Stati Uniti sono in Siria a sostenere illegalmente i ribelli contro un governo legittimo e internazionalmente riconosciuto. Il governo legittimo invia il suo esercito per scacciare i ribelli dal suo territorio e gli Stati Uniti lo definiscono un attacco “non provocato” vendicandosi con attacchi aerei che uccidono 100 soldati siriani”- Lo ha affermato l’ex ufficiale della CIA Philip Giraldi.

“C’è qualcosa di gravemente sbagliato, in quanto gli Stati Uniti non hanno interessi reali in Siria e sono solo intenzionati a rimuovere il suo presidente, il che destabilizzerebbe ancora di più la situazione per il sofferente popolo siriano”.

(di Roberto Vivaldelli)