Cinquanta sfumature di Ius soli

Il benedetto ius soli s’ha da fare, senza “se” e senza “ma”. Poco importa che, dopo avere almeno incassato quantomeno la vittoria sul cosiddetto biotestamento, il governo abbia rimandato la riforma della cittadinanza alle calende greche; irrilevante il fatto che, come è emerso da un recente sondaggio del Corriere della Sera, la maggioranza degli italiani (54%) si mostri contraria; non si nomini il fatto che nel 2015 c’è stato il record di cittadinanze concesse, ben 178.000 pur senza questa auspicata riforma, e che nel 2014 l’Italia sia stata il secondo paese europeo (dopo la Spagna) a concedere più cittadinanze; non è importante che tanti paesi siano passati da uno ius soli “puro” a uno regolamentato, e che due (India e Malta) lo abbiano abolito: la riforma si deve avere, e si avrà.

Insomma, pur mancando di dati oggettivi a favore dello ius soli, il quale potrebbe anzi costituire un fattore di attrazione per l’immigrazione clandestina, i pasionari non mancano. Senza annoiarvi con un articolo tecnico, abbiamo sondato gli umori del popolo di Twitter e scoperto le motivazioni più originali a favore dello ius soli. Ce ne sono per tutti i gusti, e nel caso alcune di esse vi suonino come fesserie, non preoccupatevi. Le fesserie, come il mondo sognato dai no-borders, non hanno confini.

PER DIVENTARE UN PAESE CIVILE
Siamo un paese incivile e retrogrado, lo sapevate? Al pari di Svizzera, Giappone, Polonia, Svezia, Finlandia, Norvegia. Notoriamente scenari degni di Fallout. Tuttavia, grazie allo ius soli riusciremo a svettare sulla scala evolutiva e sederci tra le nazioni illuminate.

PER COMBATTERE IL FASCISMO
I “fasci” sono contrari allo ius soli, notoriamente. Quale peggiore dispetto che approvare una legge a loro invisa? Ius soli più legge Fiano, una fatality.

LO IUS SOLI TERAPEUTICO
Nessuno finora era riuscito a mettere insieme ius soli, biotestamento, cannabis e vaccini. Finora.



IUS SOLI NATALIZI
A Natale siamo tutti più buoni.

CI PENSA GESU’
Nel caso nessuna delle motivazioni finora elencate vi abbia convinto, non rimane che affidarsi alla Provvidenza.


E SE NON SIETE ANCORA CONVINTI…
…ora vi faremo cambiare idea.


(di Arturo Zaia)