La petizione per dichiarare Soros un terrorista ha già raggiunto 80.000 firme

In meno di due settimane la petizione del sito WhiteHouse.gov, che richiede che George Soros sia dichiarato un terrorista interno e che autorizza a sequestrare il suo patrimonio multimilardario, ha raccolto quasi abbastanza firme per costringere l’amministrazione Trump a pubblicare una risposta formale. La petizione, che ha raccolto finora 80000 firme – poco meno delle 20000 alla soglia delle 100000 firme dove sarebbe richiesta una risposta – accusa Soros di essere colpevole di sedizione, finanziando gruppi che aiutano le violente controproteste degli Antifa e di altri pericolosi movimenti di sinistra.

La settimana scorsa una petizione simile, quella che chiede che al presidente Trump di dichiarare gli Antifa un gruppo terrorista, aveva raggiunto la soglia. La petizione sta ancora aspettando una risposta formale, ma sembrerebbe che il Dipartimento della Sicurezza Interna (USA) abbia descritto le azioni del gruppo come ” violenza terroristica interna” nelle sue note private. Durante la scorsa settimana, la narrativa dei media mainstream è assolutamente diventata anti-Antifa, con il Washington Post, Bloomberg e l’Atlantic che pubblicano articoli che criticano le tattiche violente del gruppo.

Precisamente, la petizione su Soros accusa il miliardario ungherese di usare il Modello Alinsky delle tattiche terroristiche per destabilizzare l’ordine sociale statunitense. Saul Alinsky era l’organizzatore di una comunità con base a Chicago, il quale scrisse le tristemente famose regole per radicali, un libro destinato a essere una guida per aiutare le persone di sinistra nel rovesciamento violento del governo USA.

Qui c’è il testo completo della petizione:

Whereas George Soros has willfully and on an ongoing basis attempted to destabilize and otherwise commit acts of sedition against the United States and its citizens, has created and funded dozens (and probably hundreds) of discrete organizations whose sole purpose is to apply Alinsky model terrorist tactics to facilitate the collapse of the systems and Constitutional government of the United State, and has developed unhealthy and undue influence over the entire Democrat Party and a large portion of the US Federal government, the DOJ should immediately declare George Soros and all of his organizations and staff members to be domestic terrorists, and have all of his personal an organizational wealth and assets seized under Civil Asset Forfeiture law.

Soros, come spiega Russia Today, ha fondato organizzazioni e progetti che sono stati criticati per le loro tattiche estremiste. La sua Open Society Foundation, insieme con USAID e il National Endowment for Democracy, sono state accusate di fomentare le rivoluzioni per installare governi filo-USA dalla Serbia nel 2000 all’Ucraina nel 2014.

(da ZeroHedge – Traduzione di Carlo Parissi)