Reuters: la Germania subirà altri attacchi jihadisti

Gli alti ufficiali della sicurezza tedesca avvertono che la Germania deve prepararsi a fronteggiare nuovi attacchi a causa del sempre più alto numero di potenziali terroristi islamisti presenti sul territorio.

La Germania è stata colpita da cinque attentati islamisti nel 2016, incluso l’attacco ai mercatini di Natale avvenuto a Berlino che ha ucciso 12 persone; Hans-Georg Maasseen, direttore dell’agenzia di intelligence BfV, ha dichiarato che nel corso dell’anno ben sette attacchi sono stati sventati.

“Dobbiamo attenderci ulteriori attacchi da parte di individui o gruppi terroristici”, ha dichiarato Maasseen. “Il terrorismo islamico è la più grande sfida della BfV al momento, e la maggiori minaccia alla sicurezza interna in Germania”. Il rapporto annuale dell’agenzia per il 2016 sostiene che in Germania vi siano 24.200 islamisti radicali, inclusi circa 9.700 salafiti. Il numero di salafiti è cresciuto, nel 2017, a 10.100. Il totale include anche circa 10.000 membri del movimento estremista turco Milliu Gorus.

Il numero totale di sospetti jihadisti è calato rispetto all’anno precedente, ma ciò non significa che la minaccia sia diminuita. Il rapporto della BfV indica che centinaia di jihadisti sono entrati tra il milione di migranti accolti in Germania negli ultimi due anni. Thomas de Maizière, ministro degli interni, ha dichiarato che al momento ci sono 680 potenziali minacce terroristiche, e che le autorità del paese hanno aumentato gli sforzi per fare fronte alla minaccia aumentando il numero di arresti, processi ed espulsioni. Maasseen dichiara inoltre che nel 2016 almeno 930 persone, il 20% dei quali donne, hanno lasciato la Germania per unirsi alle forze dello Stato Islamico in Siria o Iraq. Di queste, circa 145 sono morte.

(da Reuters – Traduzione di Federico Bezzi)