ONG al servizio delle esportazioni di democrazia

“Ora si apre un nuovo ciclo di guerre di religione, ma appunto di una religione nuova, frutto della secolarizzazione e della manipolazione delle religioni monoteistiche precedenti. Si tratta della religione dei Diritti umani e della Democrazia. Questa delegittimazione implica la messa sotto tutela, o più esattamente sotto condizione, della sovranità degli stati.

In azione ci sono due tipi di missionari: i missionari armati, mercenari e manigoldi che sostituiscono i vecchi eserciti fondati sulla coscrizione generale, ed i missionari disarmati loro coadiutori, i membri delle cosiddette Organizzazioni Non Governative (ONG), che sono in realtà nella loro stragrande maggioranza strutture al servizio di questa mondializzazione coatta”.

di  Costanzo Preve, «Elogio del Comunitarismo» (Controcorrente)